Biopranoterapia


Vai ai contenuti







La Biopranoterapia scarica in (PDF)


CORSO ONLINE di Abilitazione Biopranoterapeuta ANPSI

CORSO ONLINE Modulo di iscrizione


AGGIORNAMENTO RICONOSCIMENTO ASSOCIATIVO (2016) SCARICA IN PDF

DOCUMENTIAMO CON UN PATENTINO IN BIOPRANO-PRATICA (CORSO IN 9 LEZIONI) I LIVELLI OPERATIVI E LA TRASPARENZA DEI RISULTATI DEI SINTOMI DELL'UTENTE. PER INFORMAZIONI TEL. 02.48.00.55.43 - EMAIL: MUTI@ANPSI.IT - SCARICA IN PDF

*** IL NOSTRO SITO NON UTILIZZA I COOKIE ***



FINALITA' DELLA BIOPRANOTERAPIA

APPRENDERE L'AZIONE DELLA BIORISONANZA ENERGETICA CEREBRO - ORGANICA
E' LA CHIAVE DELLE METODICHE NELLE PROBLEMATICHE DI SALUTE


L'Associazione Nazionale ANPSI esiste da 24 anni, da 15 anni abilita all'esercizio della Professione di Biopranoterapeuta. Si distingue dalle altre scuole in quanto insegna come rilevare con le metodiche, produrre e trasmettere per Biorisonanza cerebro-organica i meccanismi energetici che regolano le funzioni psicobiofisiche vitali dell'uomo. Inoltre insegna come valutare le medesime alterazioni energetiche elettromagnetiche che provocano le varie disfunzioni per poterle normalizzare per Biorisonanza utilizzando le emissioni bioelettriche palmari, il plasma biologico, le energie cinetiche vibrazionali e l'induzione magnetica che viene prodotta da alcuni particolari stati mentali e cerebrali e trasmessa dagli organi che possono essere sviluppati agli operatori anche con le apparecchiature elettroniche della Karnak messe a disposizione degli Associati ANPSI.
Lo scienziato italiano Ing. Prof. Dott. Marco Todeschini più volte proposto per il premio Nobel della Fisica nella scienza della Psicobiofisica da lui fondata ha asserito che ogni azione nell'uomo è in ragione di tre meccanismi: psichici, biologici e fisici; nei guaritori qualificati sono sempre elevati.
Il Biofisico francese Georges Lakovsky ha asserito che i neuroni cerebrali e le cellule organiche sono regolate da circuiti elettrici oscillanti che l' RNA utilizza per coordinare la produzione delle necessarie attività biochimiche tramite il DNA cellulare. Questa teoria è stata confermata dal premio Nobel italiano per la Fisiologia Prof. Dott. Mario Capecchi e da due ricercatori biofisici francesi dell'Università di Nizza nel giugno del 2007.
Secondo la legge della Psicobiofisica si è constatato come le attività neuronali cerebrali Delta, Theta ed Alpha in base alla loro funzionalità più o meno elevata possono influenzare le attività vitali cellulari organiche regolandone le funzioni psichiche - ormonali, biochimiche e fisiche. Questi tre meccanismi permettono di rilevare i problemi psicobiofisici esistenti negli organi e le reazioni energetiche cellulari nei trattamenti degli operatori in Pranopratica nel settore delle Discipline Bio-Naturali (DBN) in base ad una ripresa funzionale di certe frequenze elettromagnetiche nelle 33 zone cerebrali.
Gli esperti Ricercatori in Medicina Quantistica ed in Bioenergetica: Prof. Dott. Fritz Albert Popp, Dott. Peter Mandel, Dott. Luigi Lapi (psichiatra), Prof. Dott. Piergiorgio Spaggiari, Prof. Dott. Pasquale Maurizio Ricciardi, ed il Dott. Aureliano Baroli hanno potuto constatare statisticamente le effettive Biorisonanze Elettromagnetiche cerebro-organiche; quest'ultimo è Medico legale, Presidente e Rettore Accademico dell'ANPSI, egli è Agopuntore, esperto in Medicina Energetica, Omeopata, Iridologo, e specialista in Scienze dell'alimentazione.
Luciano Muti, biopranoterapeuta e ricercatore, seguendo le loro segnalazioni ha potuto perfezionare le statistiche energetiche relative alle alterazioni cerebro-organiche rilevate con il sensore Karnak: secondo il Prof. Dott. Pasquale Maurizio Ricciardi il rilevamento delle alterazioni energetiche captate dal sensore Karnak in 33 zone cerebrali ed in 78 zone organiche sono attendibili al 95 % dei pazienti analizzati.
E' stata realizzata un' importante ricerca scientifica nell'attività molecolare. Grazie all'utilizzo di azoto liquido come il superconduttore egli ha potuto captare, e rilevare l'attività del RNA in maniera 100.000.000 volte più elevata verificando così per biorisonanza la funzionalità di batteri e virus. Inoltre ha rilevato l'Orgone che regola i processi vitali che compongono l'azione del “prana”. (visitare nel sito le relazioni www.lucianomuti.it)

INIZIATIVE A SOSTEGNO DELLA BIOPRANOTERAPIA


Per documentare questi meccanismi bioenergetici cerebro-organici, trasmessi dagli operatori in “Pranopratica”,
Luciano Muti ha realizzato due Congressi Internazionali: “Psicobiofisica in Pranoterapia” presso il Palazzo della Provincia di Milano, e “Pranoterapia e Parapsicologia realtà scientifiche” presso il teatro Ariston di Sanremo, (visitare nel sito le relazioni degli esperti).

A queste manifestazioni, segnalate nei notiziari dei telegiornali Nazionali, parteciparono alcuni dei noti Ricercatori segnalati ed altri illustri studiosi. Queste iniziative sono servite a far conoscere l'efficacia della Pranopratica ed i possibili risultati ottenibili con i trattamenti bioradianti anche su malattie complesse resistenti alle cure sanitarie della Medicina Ufficiale.
Due testi (di cui è possibile riceverne copia) non più in circolazione, riportano gli atti dei Congressi.
La Medicina Complementare Lombarda nel 1989 programmò una Commissione Tecnica per verificare l'efficacia terapeutica di queste Discipline Bio-Naturali (DBN). Nel 1991 dopo alcuni incontri tra Medici ed esperti delle due Associazioni più note: ANPSI (Pres. Luciano Muti) e AIFEP (Pres. Arnaldo Zanatta) fu programmata una sperimentazione in 5 presidi Ospedalieri della Regione Lombardia collegati a Cliniche Universitarie.
Il cambio del Governo non permise di dare seguito a questa importante iniziativa.
Il 9 giugno 2008 presso il Consiglio Regionale della Lombardia è stata istituita una nuova Commissione Tecnico Scientifica sulle Discipline Bio-Naturali (DBN) ed è stato eletto presidente il Dott. Franco Sammaciccia.
Nel 1992 il CNEL (Ministero del Lavoro) convocò a Roma alcune fra le Associazioni di categoria più rappresentative chiedendo di formare un codice deontologico per la categoria; l'incarico di Coordinare i lavori fu dato al già Presidente ANPSI
Luciano Muti (attualmente ha ripreso a seguire i Referenti nelle Regioni e ne è il Coordinatore Pro-Tempore). La necessità di inserire nei tempi brevi la Biopranoterapia nella banca dati delle libere professioni ha stimolato i rappresentanti delle Associazioni riunite ad incontrarsi ogni mese.
La pranoterapia dal Gennaio 2007 è stata definita una Professione non intellettuale che opera per il benessere e la salute delle persone; solo se richiesta dal Medico può definirsi “pratica Sanitaria” ed i pazienti che ne fanno utilizzo possono detrarre le spese sostenute nel mod. 730.
I lavori di regolamentazione della categoria dei Biopranoterapeuti si sono conclusi stabilendo che il pranoterapeuta professionale (ordinario) che ritiene di possedere delle facoltà energetiche bioradianti diventa “Biopranoterapeuta” solo se effettua un corso abilitante triennale presso un' Associazione riconosciuta che farà da garanteper certificarne la professionalità con un attestato di Competenza.

NORMATIVA NAZIONALE PER LE DISCIPLINE BIO-NATURALI (DBN)


E' previsto un riconoscimento della Professione per coloro che possono documentare di aver eseguito l'attività Pranopratica da almeno 5 anni (occorre essere rappresentati da una Associazione Riconosciuta che faccia da garante per l'utente).per essere Riconosciuta deve aver organizzato da almeno 4 anni corsi abilitandi in almeno 5 Regioni; Spetta al Ministero di Giustizia riconoscere i diritti delle Associazioni, l'ANPSI da 14 anni organizza corsi professionali ed ha Associati abilitati in 16 Regioni. la libera concorrenza le Associazioni devono riunirsi in Gruppi Federati. Nella nostra categoria è stato organizzato un Coordinamento Generale delle Associazioni di Biopranoterapia che in seguito potrà diventare ordine o collegio. Questa iniziativa riunisce 10 Associazioni che si incontrano con cadenza trimestrale per organizzare le varie iniziative professionali Nazionali.Termine del triennio di studi viene riconosciuta l'abilitazione ad operare sostenendo un esame con rilascio di un Attestato di Competenza riconosciuto dall'ANPSI (Normativa UE).

CORSI ABILITANTI TRIENNALI DOMENICALI ANPSI - 2015 / 2018
Presso l'Accademia di Biopranoterapia di Via Correggio 75 - Milano


Per favorire coloro che sono impegnati settimanalmente in altre attività lavorative l'Associazione ANPSI ha organizzato un nuovo corso triennale domenicale di 700 ore che inizierà il 20 settembre 2015.(sono concesse fino ad un massimo di 1/5 di assenze all'anno verificate di volta in volta settimanalmente).

Le modalità di accesso al corso sono:

verifica delle facoltà di Pranopratica (€ 80) per svolgere la Professione in proprio presso centri del benessere, olistici e sportivi (o per valutare se effettuare attività amatoriale con trattamenti a familiari ed emergenze); l'accesso al corso, è esteso a tutti coloro che hanno conseguito il diploma delle scuole dell'obbligo nel periodo svolto. Per chi desidera apprendere o approfondire alcune tecniche pranoterapiche di base con le necessarie conoscenze, sono stati messi a disposizione dei DVD o Files in formato MP4 alta qualità, della durata di circa 90 minuti (€30 cadauno). I corsi potranno essere forniti, anche su apposita chiavetta USB, non inclusa.
(NB: il costo della Key Usb verrà conteggiato al momento, secondo tipo e marca dell' hardware eventualmente richiesto).

Iscrizione all'Associazione ANPSI per l'anno 2015 (€190); al corso abilitante anno 2015 (€60); ogni domenica da settembre a giugno (€40).(modello prestampato) che segnali l'assenza di condanne penali e/o reati contro la morale e/o persona oppure denunce analoghe in corso;di sana e robusta costituzione che attesti il buon equilibrio psichico (rilasciato anche dal consulente dell'ANPSI);foto formato tessera per iscrizione Associativa (tessera UE ed archivio storico);

sottoscrizione di una clausola di non divulgazione del materiale didattico (testi e filmati su DVD o altri supporti mediatici, trasmessi a circuito chiuso ed esclusivamente per gli Associati ANPSI).
Tutti i filmati sono stati realizzati dall' ANPSI e sono di sua proprietà.


DOCUMENTATE LE FACOLTA' BIORADIANTI IN PRANOPRATICA


Il Sensore Karnak, realizzato dal biopranoterapeuta e ricercatore
Luciano Muti, si è dimostrato un valido e pratico strumento che permettere di rilevare e misurare le emissioni delle energie bioradianti elettromagnetiche cerebro-organiche trasmesse al paziente dal pranoterapeuta e l'azione bioelettrica emessa dalle sue mani.
Ad una distanza di circa un metro senza alcun contatto col capo o con l'organismo si rilevano le emissioni bioradianti tramite il circuito elettronico del Sensore Karnak; con tre software installati in un P.C. eseguendo un Test preliminare si possono stabilire:
a) le qualità operative in Pranopratica idonee a risolvere le varie patologie, documentando le proprie facoltà mentali e cerebrali per valutarne l'idoneità alla professione;
b) l'intensità di emissione del flusso bioradiante delle mani per valutarne l'azione Radiante o Assorbente.
Nel corso del triennio vengono fatti altri due Test: Attitudinale ed Operativo per documentare i possibili risultati che il Biopranoterapeuta può ottenere nella cura delle varie patologie, anche per dare all'utente la garanzia di un risultato ottimale nella cura delle sue problematiche di salute.
Per documentare le qualità operative è stata realizzata dall' ANPSI una “Bioenergetic Card in Pranopratica“che raccoglierà tutti i risultati delle tre prove sopra citate, e che dovrà essere esibita alla richiesta terapeutica. La validità è annuale, in quanto è possibile aggiornare i risultati operativi.
Il Sensore Karnak, dimostra agli scettici, eliminando qualsiasi dubbio, la reale esistenza delle facoltà bioradianti pranoterapiche (autenticata dal Rettore dell'Accademia e può essere esibita e firmata dall'abilitato).
In passato quando non vi era ancora il Sensore Karnak furono fatti vari tentativi per documentare ai detrattori l'esistenza di queste facoltà pranoterapiche con la mummificazione di materiale organico, ma invano. Per avere maggiori garanzie nella sperimentazione venne proposto una sede neutrale dove poter eseguire la verifica delle facoltà bioradianti presso l'Istituto Internazionale di Biofisica di Kaiserslautern in Germania, dove il noto Prof. Fritz Albert Popp esperto in Biologia molecolare, esegue da anni esperienze sulle bioenergie, ma anche questo non è servito. Furono adottate per alcuni anni le tecniche di verifica elettrografica Kirlian realizzata dal Dott. Peter Mandel che documentano le emissioni di elettroni dalle mani del pranoterapeuta; questa metodica è largamente utilizzata nelle strutture Sanitarie in tutta Europa. Dal 2000 per una analisi più dettagliata e completa si è cominciato ad utilizzare il Sensore karnak. Oltre a captare le emissioni bioelettriche dalle mani a distanza di 10-15 cm stabilendo la forza di penetrazione e l'intensità, permette di captare le emissioni elettromagnetiche cerebrali in tutte le frequenze e di conoscere le reazioni Psicobiofisiche nei vari organi per Biorisonanza per valutarne i tempi ed i modi della loro ripresa funzionale nelle patologie.

SVILUPPO DEI POTENZIALI MENTALI E CEREBRALI


L' associazione ANPSI, oltre a promuovere corsi abilitanti, organizza durante le giornate di Studio
esercitazioni per lo sviluppo dei propri potenziali mentali e cerebrali e corsi complementari per Guaritore Psichico e Spirituale tramite l'Associazione affiliata di Metapsichica AMPSI.
Presso l'Accademia di Comunicazione di Milano ove si tengono i corsi abilitanti domenicali viene utilizzato il Rigeneratore Cerebrale Karnak realizzato da Luciano Muti che è stato sperimentato con successo per un anno da due Università di Milano nei settori di Psicologia Medica ed Ingegneria Biomedica. Durante questa sperimentazione su casi complessi ” no responder “ con le cure abituali sono state rilevate solo reazioni positive senza nessun effetto collaterale. Questa apparecchiatura è stata realizzata per rendere sempre più efficace la trasmissione del flusso energetico del Biopranoterapeuta implementandone le facoltà.
I meccanismi di trasmissione elettromagnetica al cervello trasmessi dal Rigeneratore sono prodotti da due bobine inserite nelle coppette di una cuffia al posto degli altoparlanti; la trasmissione al capo avviene con campi elettromagnetici pulsanti (ovvero penetranti) tramite particolari onde triangolari e quadre di polarità opposta ed intercambiabili ad ogni minuto. L'attività neuronale cerebrale dell' RNA viene regolarizzata per induzione magnetica ed intensificando le sedute viene potenziata nelle frequenze desiderate.
Lo stesso meccanismo in modo più o meno costante in base alle sue facoltà viene attivato dal Biopranoterapeuta durante ogni seduta di Pranopratica, permettendogli di trasmettere per Biorisonanza le sue energie bioradianti.

Per una maggiore conoscenza di queste tecniche (visitate il sito: www.lucianomuti.it) da luglio 2009 segnalando la vostra e-mail, potrete conoscere l'utilizzo delle apparecchiature per valutare le analisi energetiche eseguite prima e dopo un ciclo di terapie e per rilevare le intolleranze alimentari e l'efficacia degli integratori alimentari.


IL PROGRAMMA DI STUDIO TRIENNALE ANPSI


Per scoprire i meccanismi energetici che regolano le funzioni organiche vitali neuronali cerebrali e cellulari, finalmente verificabili e documentabili, vi indichiamo il programma triennale del corso abilitante ove potranno essere insegnate ed illustrate:

nel primo anno:

a) la descrizione non solo delle tecniche di base ma la segnalazione di quali energie bioradianti si devono trasmettere e quali metodiche terapeutiche occorre utilizzare nella cura delle varie disfunzioni, viene inoltre segnalato come evitare di assorbire le energie negative e come rigenerarvi rapidamente;
b) le metodiche e le tecniche per lo sblocco delle attività psichiche-ormonali e dei blocchi funzionali energetici cerebro-organici dovuti a congestione o inibizione energetica, neuronale coronale od occipitale che sono la causa principale dei problemi psicosomatici.
c) le metodiche e le tecniche dei trattamenti delle energie bioradianti nelle varie patologie indicando i meccanismi di biorisonanza cerebro-organica e come utilizzare la tecnica terapeutica più idonea;
d) le esperienze dal vivo, documentando come produrre e trasmettere le energie piezoelettriche penetranti e le energie vibrazionali cinetiche per riattivare le funzioni cerebro-organiche nelle persone affette da malattie complesse resistenti alle cure abituali;

nel secondo anno:

a)
come rilevare per biorisonanza le alterazioni energetiche che hanno prodotto le problematiche di salute nell'attività psichica - endocrina cerebrale e negli organi;
b) come realizzare il programma terapeutico per il trattamento delle varie patologie valutandone la priorità della cura bioradiante nei casi complessi (praticantato fra gli allievi);
c) come eseguire le analisi energetiche per prevenire e per risolvere le problematiche energetiche funzionali che spesso sono causa di ricadute;

nel terzo anno:

Gli allievi tratteranno nel praticantato vari casi delle patologie conosciute descrivendone il programma terapeutico ed i meccanismi energetici da ripristinare. Il praticantato viene seguito dai corsisti che interverranno direttamente nei vari casi trattati. Vengono eseguite esperienze dal vivo con il controllo in tempo reale del Sensore Karnak per verificare l'efficacia delle reazioni cerebro organiche nei pazienti

durante i trattamenti di prano-pratica.
Si potranno in questo modo correggere le azioni radianti ed assorbenti errate.


SERVIZI OFFERTI DALL'ANPSI AGLI ASSOCIATI


Corso di Abilitazione professionale con Attestato di Competenza.di aggiornamenti per coloro che sono abilitati professionisti (ogni terza domenica da Settembre a Giugno 60% di presenze).di preparazione al praticantato ospedaliero.tecniche per la salvaguardia della propria immagine.allo sviluppo dei potenziali mentali e cerebrali (tramite Rigeneratore e Sensore Karnak).energetiche tramite Check-up ai propri pazienti per del programma pranoterapico (€ 30).per i propri cali energetici cerebro-organici (Check-up € 20 oppure con consulenza € 30).sulle metodiche e tecniche di prano-pratica (Luciano Muti solo le prime lezioni € 10).sulle conoscenze di Medicina Energetica (Dott. Aureliano Baroli solo le prime lezioni € 10).su internet nel sito ANPSI della propria attività (costo annuo da € 100 a 150 a secondo della densità di popolazione ove si opera). Verifica Attitudinale da pubblicare in internet per la “Bioenergetic Card in Pranopratica” (da aggiornare ogni anno) da inserire nell'attestato di Competenza, in base al parere della Commissione Sanitaria Associativa.Medica per documentare il proprio stato di salute psicofisico (anche dal consulente ANPSI € 32).Medico per coloro che devono sottoporsi alle sedute di Pranopratica al fine di poter
detrarre dalla dichiarazione dei redditi le spese annue sostenute o per un rimborso spese assicurativo.
Testi e dispense per corso annale.amministrative.





Home Page | ACCADEMIA di Biopranoterapia | CORSO ONLINE * | CORSO ONLINE ISCRIZIONE * | AGGIORNAMENTI PROFESSIONALI | DIAGNOSTICA Energetica | VIDEO Esempi Tecniche varie | MAPPA EFFETTI Colonna Dorsale | Download | Contatti | Link Video Test Biopranoterapia | Link Affiliati | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu